Italian Albanian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian English French German Portuguese Romanian Russian Serbian Spanish Swahili

Iraq

Con la risoluzione 1546 il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha restituito, a partire dalla fine di giugno 2004, la sovranità nazionale al popolo iracheno e, su richiesta del Governo provvisorio, ha rinnovato l'autorizzazione alla presenza di una Forza Multinazionale.

Nell'ambito dell'attività di ricostruzione dell'Iraq, un aspetto qualificante riguarda il sostegno concreto alla ricostruzione dell'intero "comparto sicurezza" iracheno, sia a livello centrale sia a livello locale.

Al vertice di Istanbul del giugno 2004, i Capi di Stato e di Governo dei Paesi membri della NATO hanno offerto al Governo Provvisorio Iracheno l'assistenza dell'Alleanza per l'addestramento delle Forze di Sicurezza, a complemento di quanto già sta facendo la Coalizione attraverso la Multinational Force Iraq (MNF-I) attraverso il MNSTC-I, schierando il 14 agosto 2004 la NATO Training Mission Iraq (NTM - I).

La NTM-I vede la partecipazione di 16 Paesi Alleati e Ucraina; l'HQ della missione è situato nella International Zone (IZ) a Baghdad presso il Cultural Centre Compound, mentre un Forward HQ è stato stabilito ad Ar Rustamiyah (20 Km circa a Sud Est di Baghdad) per il supporto alla costituzione del Joint Staff College (JSC) e dell'Accademia Militare.

La missione NTM-I prevede le seguenti 4 fasi:

- la prima fase, già completata prevedeva la valutazione e preparazione della missione;

- la seconda fase, caratterizzata da un approccio graduato da parte della NATO, è determinata dall'andamento delle esigenze rappresentate dal Governo iracheno e dalla contestuale disponibilità delle risorse NATO;

- la terza fase, attualmente in corso, prevede la transizione delle predette responsabilità formative/addestrative alle competenti Autorità irachene, riducendo gradualmente la presenza NATO;

- la quarta fase inizierà quando le predette capacità saranno completamente assunte dalle forze irachene o da altre organizzazioni e terminerà con il ritiro delle forze NATO dalla NTM-I.

A seguito dell'approvazione del Nord Atlantic Council (12 giugno 2007) del progetto di addestramento della Iraqi National Police (INP), a partire dalla metà di giugno 2007 è iniziata l'immissione a Baghdad di elementi dell'Arma dei Carabinieri destinati a formare l'unità di addestramento della forza di polizia irachena denominato Carabinieri Training Unit (CCTU) che opera sotto la direzione della Gendarmerie Training Department.

Fonte: www.difesa.it