Italian Albanian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian English French German Portuguese Romanian Russian Serbian Spanish Swahili

Beretta 92 FS

GENERALITA’

Arma semiautomatica a sfruttamento diretto dei gas, a corto rinculo di canna. Il sistema di chiusura è "stabile" (assoluto perché dato da appositi organi di bloccaggio). E' un'arma ad otturatore chiuso, con meccanismo della doppia azione ed è alimentata da un serbatoio bifilare da 15 cartucce più una in canna.

CICLO FUNZIONALE

All’atto dello sparo, i gas di combustione prodotti dalla deflagrazione della carica di lancio, spingono il proiettile fuori dalla canna e tramite il bossolo, fanno arretrare il gruppo canna culatta-otturatore. Dopo una corsa retrograda di circa 4-7 mm del gruppo, il perno di comando del blocco di chiusura, è bloccato dall’apposita traversa del castello e, determina la rotazione verso il basso del blocco stesso, disimpegnando la canna dalla culatta.

- la compressione della molla di recupero.

- la rotazione del cane che a sua volta comprime la propria molla e si aggancia alla leva di scatto disponendo il meccanismo nella posizione di funzionamento in singola azione.

- Estrazione e successiva espulsione del bossolo.

Esaurita l’energia di rinculo, la culatta otturatore, sotto la spinta della molla di recupero che si ridiscende, ritorna nella posizione iniziale sfilando una nuova cartuccia e riportando in avanti la canna il cui chiavistello di chiusura, impegnandosi su appositi piani inclinati ricavati sul castello, risale rendendo solidale la canna alla culatta-otturatore.

Dopo lo sparo dell’ultima cartuccia, la culatta-otturatore rimane aperta in quanto bloccata dalla leva arresto otturatore

ORGANI DI PUNTAMENTO

Congegno di puntamento costituito da mirino e tacca di mira fissi che consentono un impiego pratico fino a 30 metri.

SICUREZZE:

Sicurezza contro lo sparo accidentale (Sicurezza sul percussore): oltre al dente supplementare di scatto portato dal cane, é data dal chiavistello del percussore che blocca lo stesso fin quando non è premuto il grilletto.

Sicurezza automatica contro l'apertura prematura: è garantita dalla corsa retrograda di circa 7 mm della canna e culatta-otturatore, vincolati dal blocchetto di chiusura (ciò permette prima la fuoriuscita del proiettile e poi lo bloccaggio e apertura dell’otturatore).

Sicurezza automatica contro lo sparo prematuro: data dall'interruzione della tiranteria di scatto fin quando l'otturatore non è in perfetta chiusura.

Sicurezza ordinaria a mezzo di leva, posta su entrambi i lati, che realizza contemporaneamente il disimpegno della leva di collegamento del cane, il disarmo della molla operatrice del cane e determina la rotazione del piolo percussore con conseguente interruzione del collegamento cane - percussore.

L'arma e costituita da:

1) culatta-otturatore che contiene il congegno di percussione con molla antagonista, congegno di estrazione, sicurezza ordinaria, sicurezza del percussore, congegno di puntamento. All'interno vi sono praticate le guide per l'unione e lo scorrimento sul castello, la nervatura di alimentazione e le spallette per il bloccaggio della canna.

2) castelloo fusto in lega speciale che comprende: il ponticello di protezione del grilletto modello combat, l'impugnatura, il congegno di scatto, il congegno di espulsione, il dispositivo di smontaggio della culatta, il dispositivo di arresto in apertura della culatta e il dispositivo di ritegno del caricatore.

3) canna, costruita in acciaio speciale, con sei rigature destrorse a passo costante, blocco di chiusura nella parte inferiore.

 

Dati numerici:

Calibro

9 parabellum

Lunghezza canna

125 mm

Rigatura canna

6 destrorse

Passo della rigatura

250 mm costante

Lunghezza linea di mira

155 mm

Peso con caricatore vuoto

975 gr. ca.

Velocità iniziale

380 m/s

Vita in numero di colpi

3150