Italian Albanian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Croatian English French German Portuguese Romanian Russian Serbian Spanish Swahili

Task Force 45

« Non voglio rivelare dettagli. Posso solo dire che ho potuto osservare il lavoro e la professionalità di quella squadra (n.d.r.: Task Force 45). Credo che gli italiani sarebbero orgogliosi dei loro soldati.  »
 (Stanley A. McChrystal, generale statunitense Comandante dell'International Security Assistance Force (ISAF) e dell'U.S. Forces in Afghanistan (USFOR-A), 6 marzo 2010.)  

La Task Force 45 (TF-45) è un'unità militare combattente di Forze Speciali italiane, operante, almeno dal giugno 2006, inAfghanistan, nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" dell'International Security Assistance Force (ISAF).

Secondo Gianandrea Gaiani, esperto militare e Direttore di Analisi Difesa, la TF-45 "costituisce la più grande unità di forze specialimai messa in campo dall'Italia dai tempi dall'"Operazione Ibis" in Somalia",

La TF-45 ufficialmente non esiste, poiché non riconosciuta dallo Stato Maggiore della Difesa che, tuttavia, ne è comandante e ne coordina le operazioni. I soldati dell'unità, infatti, non sono neanche conteggiati nel contingente italiano dei 3.880 militari (al 26 giugno 2011) schierati in Afghanistan, motivo per cui il numero degli effettivi della TF-45 è ancora sconosciuto (sono stimati circa 200 soldati, ma la cifra è incerta).

La TF-45 è composta da militari provenienti dalle seguenti unità delle Forze Speciali italiane (FS - TIER 1):Composizione

  •  9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" (Esercito Italiano);
  •  G.O.I. - Gruppo Operativo Incursori del COMSUBIN - Raggruppamento Subacquei ed Incursori "Teseo Tesei" (Marina Militare Italiana);
  •  17º Stormo Incursori (Aeronautica Militare Italiana);
  •  G.I.S. - Gruppo Intervento Speciale (Arma dei Carabinieri).

Dipendenze

La TF-45 a livello funzionale (italiano) dipende da:

  •  Stato Maggiore della Difesa (SMD);
    •  Comando Operativo di Vertice Interforze (COI);
      •  Comando Interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (COFS);
        • Joint Special Operations Task Group "Condor-A" (JSOTG "Condor-A");
          •  Task Force 45 (TF-45).

La TF-45 a livello operativo (alleanza atlantica) dipende da:

  •  North Atlantic Treaty Organization (NATO);
    •  International Security Assistance Force (ISAF);
      • Headquarters ISAF (HQ-ISAF);
        • ISAF Special Operations Forces/Special Operations Command and Control Element (ISAF-SOF/SOCCE);
          • ISAF Regional Special Operations Task Group "West" (ISAF-SOTG-W);
            • Joint Special Operations Task Group "Condor-A" (JSOTG "Condor-A");
              •  Task Force 45 (TF-45).

Analoghi alla TF-45, esistono sul territorio dell'Afghanistan altre unità militari combattenti di Forze speciali:

  • Task Force 45 (Italia) nel territorio del Regional Command "West" (RC-W);
  • Task Force 47 (Germania) nel territorio del Regional Command "North" (RC-N);
  • Task Force 49 (soldati di JW Grom) (Polonia) nella Provincia di Ghazni e nei territori del Regional Command "East" (RC-E) e del Regional Command "South" (RC-S);
  • Task Force 50 (soldati di JW Komandosów & JW Formoza) (Polonia) nella Provincia di Ghazni e nei territori del Regional Command "East" (RC-E) e del Regional Command "South"(RC-S);
  • Task Force 444 (Regno Unito) nella Provincia di Helmand;
  • Task Force 66 (Australia) nelle Province di Oruzgan e di Qandahar.

Ordinamento

La TF-45 e composta da 2 "Task Unit":
  • Task Unit "Alfa" (TU-A) con base ad Herat;
  • Task Unit "Bravo" (TU-B) con base a Farah.

Le "Task Unit", a loro volta, sono formate da più "Distaccamenti Operativi"; quelli conosciuti sono:

  • Distaccamento Operativo Incursori "Condor 34" - 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" (Esercito Italiano);
  • Distaccamento Operativo Incursori "Caimano 69" - Raggruppamento Subacquei ed Incursori "Teseo Tesei" (Marina Militare);
  • Distaccamento Operativo Incursori "xxx ##" - 17º Stormo Incursori (Aeronautica Militare);
  • Distaccamento Operativo Carabinieri "xxx ##" - Gruppo Intervento Speciale (Arma dei Carabinieri);
  • Distaccamento Operativo Ranger "xxx ##" / Sezione Ranger - 4º Reggimento Alpini Paracadutisti "Monte Cervino" (Esercito Italiano).

Basi

La TF-45 dispone di 2 basi:

  • Base di Supporto Avanzata "Camp Arena" / Forward Support Base (FSB) "Camp Arena", di Herat, Afghanistan,
    dove è dislocata la Task Unit "Alfa" (TU-A) ed il Comando della TF-45
    (34°12′35.43″N 62°13′30.26″E);
  • Base Operativa Avanzata "El Alamein" / Forward Operative Base (FOB) "El Alamein", di Farah, Afghanistan,
    dove è dislocata la Task Unit "Bravo" (TU-B)
    (32°22′00.43″N 62°09′31.74″E).

Il 9 agosto 2009 un incendio divampò e distrusse la Base della TF-45 a Farah, che si trova all'interno di una base statunitense. Le fiamme attecchirono alla riservetta munizioni, che esplose. Le schegge colpirono almeno due elicotteri statunitensi mentre altre bucarono i serbatoi di carburante. Il sindaco di Farah arrivò con un'autopompa per aiutare le truppe NATO. La causa dell'incendio venne individuata in un malfunzionamento di un generatore elettrico.

Compiti

La TF-45 opera con le tecniche precipue delle Forze speciali per l'espletamento dei "classici" compiti delle stesse. Inoltre, la TF-45 essendo un "comando nazionale interforze "land oriented" (operazioni speciali terrestri) di cui fanno parte gli operatori delle forze speciali di tutte le Forze Armate e al quale contribuiscono anche unità di supporto provenienti dal 4º Reggimento Alpini Paracadutisti "Monte Cervino" e da assetti specialistici, a seconda delle esigenze" è chiamato a "creare un ambiente sicuro in Afghanistan, attraverso tutta la gamma delle operazioni speciali". Altresì, i compiti di "search and destroy" di obiettivi sensibili (sia luoghi che persone).

Operazioni effettuate

  • Operation "Wyconda Pincer" - Distretto di Bala Buluk e Distretto di Pusht Rod, della Provincia di Farah, Afghanistan - dal 18 settembre 2006 al 23 settembre 2006
  • Operation "Wyconda Pincer 2" - Distretto di Bala Buluk e Distretto di Pusht Rod, della Provincia di Farah, Afghanistan - dal 27 settembre 2006 al 4 ottobre 2006
  • Operation "Wyconda Rib" - Distretto di Gulistan, della Provincia di Farah, Afghanistan - dal 1º ottobre 2006
  • Operazione Speciale "Tiger Achilles" - Valle del Gulistan, nel Distretto di Gulistan, della Provincia di Farah, Afghanistan - marzo 2007
  • Operazione "Palk Wahel" - Provincia di Helmand e Provincia di Farah, Afghanistan - settembre 2007
  • Battaglia del Gulistan - Distretto di Gulistan, della Provincia di Farah, Afghanistan - 1°/21 novembre 2007
  • Esercitazione Anti-Guerriglia - Provincia di Helmand e Provincia di Kandahar - maggio 2008
  • Battaglia di Herat - Città di Herat, del Distretto di Herat, della Provincia di Herat, Afghanistan - 30 maggio 2011
  • Blitz per la liberazione di 18 ostaggi compiuto a herat il 3 novembre 2011 nella sede di esko international dopo che un commando talebano aveva fatto irruzione.Secondo quanto riferito da fonti ben informate gli ostaggi caduti nelle mani dei terroristi negli edifici occupati erano 18, tra i quali tre italiani mentre le truppe che hanno rapidamente circondato l'area appartenevano alla forza di reazione rapida, un paio di plotoni di fanteria italiani mantenuti in costante pre-allarme per far fronte a esigenze improvvise. Attivata immediatamente anche la componente antiterrorismo della Task Force 45 che ha la sua base e il suo comando all'interno di Camp Arena.Meno di una ventina di uomini del Gruppo interventi speciali dei Carabinieri (gli specialisti dell'antiterrorismo) e del Gruppo operativo incursori della Marina hanno pianificato ed eseguito il blitz, sviluppatosi nella tarda mattinata pare anche con l'impiego di elicotteri per condurre un attacco simultaneo agli edifici controllati dai terroristi penetrandovi da porte, finestre e tetto.Il fuoco preciso degli incursori ha ucciso tutti i terroristi, come ha confermato Noor Khan Nekzad, portavoce della polizia afghana.Il blitz é stato definito imppeccabile da numerosi analisti militari.
  • Il 3 aprile 2012 la Task Force 45 è entrata in azione.Nel corso di un blitz ha sequestrato esplosivo, numerose armi e munizioni e arrestato alcuni insurgents, rinchiusi poi nel carcere di Herat. Fondamentale il lavoro di questi uomini, specializzati in tali azioni.

Comandanti

I Comandanti del JSOTG "Condor-A" sono stati:

  • da giugno 2006 al 2008: colonnello fanteria paracadutista Ruolo Speciale Germano Sarsale, nato a Viterbo (VT) il 12 marzo 1957, del 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" - Comandante del JSOTG "Condor-A" già in data 5 gennaio 2008;
  • dal 2008 al 2009: tenente colonnello esercito Ruolo Normale Giosuè Silvestro Marzocchella, nato il 6 gennaio 1967 - Comandante del JSOTG "Condor-A" già in data 27 settembre2008;
  • dal 2009 al 2010: colonnello fanteria paracadutista Ruolo Speciale Germano Sarsale, nato a Viterbo (VT) il 12 marzo 1957, del 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" - Comandante del JSOTG "Condor-A";
  • dal 2009 al 2011: tenente colonnello esercito Ruolo Speciale Giovanni Sidoni, nato il 9 febbraio 1957 - Comandante del JSOTG "Condor-A";
  • dal 2011 ad oggi: tenente colonnello esercito Ruolo Normale "omissis", del 9° Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" - Comandante del JSOTG "Condor-A".

Decorati

  •  Croce Commemorativa per le benemerenze acquisite durante la partecipazione alle operazioni di concorso al mantenimento della sicurezza internazionale nell'ambito delle operazioni militari in Afghanistan (Decreto Ministeriale del 15 gennaio 2003[23]) - Tutti i militari italiani della Task Force 45 che, dal dal 7 novembre 2001, abbiano partecipato per un periodo continuativo di almeno 15 giorni, alle attività di concorso al mantenimento della sicurezza internazionale, equiparato per gli equipaggi di volo a 5 missioni/70 ore di volo nella zona di operazioni; si prescinde dai predetti limiti temporali nei confronti di coloro che abbiano partecipato a missioni in territorio ostile o di combattimento o comunque sotto attiva e documentata minaccia nemica, ovvero che, nel corso dell'impiego, siano deceduti oppure abbiano riportato ferite o abbiano contratto malattie che ne abbiano determinato il ritiro dalla missione; la decorazione è, altresì, attribuita al personale che, in Patria, abbia curato le predisposizioni necessarie allo svolgimento delle missioni.
  •  Medaglia NATO Non Articolo 5 per il Servizio con la NATO in relazione all'Operazione ISAF (ACO Allied Command Operation Directive - AD n° 40-8 del 15 maggio2007) - Tutti i militari italiani della Task Force 45 che, dal 1º giugno 2003, abbiano acquisito un periodo nel teatro operativo afghano di 30 giorni di servizio continuativo o accumulato, in ogni singolo periodo di servizio, che normalmente è di 180 giorni; i membri di equipaggi aerei accumulano 1 giorno di servizio per il primo volo di un giorno, voli ulteriori effettuati nello stesso giorno non ricevono alcun credito, quest'obbligo sussiste per i aerei da combattimento come per quelli di supporto, che includono gli aerei cisterna, di trasporto e le piattaforme di sorveglianza. Inoltre, 90 giorni di servizio, in comandi e uffici, in Patria, direttamente connesso con le operazioni in teatro operativo oppure in servizi addestrativi per il personale destinato al teatro operativo.

 

  •  Croce d'Argento al Merito dell'Esercito - capitano Pierluigi Fabbiano (nato a Voghera - PV il 23 settembre 1978) - Ufficiale incursore dell'Esercito, Comandante di Distaccamento Operativo Incursori operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 20 marzo 2007 (Operazione Speciale "Tiger Achilles") - Decreto Ministeriale n° 939 del 12 dicembre 2008
  •  Croce d'Argento al Merito dell'Esercito - tenente Paolo Iazzoni (nato a Roma - RM il 29 giugno 1977) - Ufficiale incursore dell'Esercito, Comandante di Distaccamento Operativo Incursori operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 25 marzo 2007 (Operazione Speciale "Tiger Achilles") - Decreto Ministeriale n° 942 del 12 dicembre 2008
  •  Croce d'Argento al Merito dell'Esercito - tenente Giovanni Carofalo (nato a Augusta - SR il 1º luglio 1979) - Ufficiale dell'Esercito, Comandante di Sezione Ranger (4º Reggimento Alpini Paracadutisti "Monte Corvino") in servizio presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 20 marzo 2007 (Operazione Speciale "Tiger Achilles") - Decreto Ministeriale n° 943 del 12 dicembre 2008[27]
  •  Croce d'Oro al Merito dell'Esercito - maresciallo capo Claudio Mascheroni (nato a Sant'Angelo Lodigiano - LO il 9 novembre 1972) - Sottufficiale incursore scelto dell'Esercito, inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori "Condor 34" operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa"in Afghanistan per il fatto d'armi del 20 marzo 2007 (Operazione Speciale "Tiger Achilles") - Decreto Ministeriale n° 955 del 2 gennaio 2009[28]
  •  Medaglia d'Argento al Valore di Marina - capo di prima classe Christian Di Vita (nato a Cagliari - CA il 10 ottobre 1972) - Sottufficiale incursore/paracadutista di Marina, inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori "Caimano 69" della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi dell'8 settembre 2006 - Decreto del Presidente della Repubblica n° 1 del 27 marzo 2009
  •  Medaglia d'Argento al Valore dell'Esercito - sergente Davide Bernardin (nato a Padova - PD il 25 ottobre 1977) - Sottufficiale incursore dell'Esercito, inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 20 marzo 2007 (Operazione Speciale "Tiger Achilles") - Decreto del Presidente della Repubblica n° 254 del 2 aprile 2009[30]
  •  Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia - sottotenente di vascello Manuel Fantinati (nato a ... - ... il ... 19...) - Ufficiale incursore di Marina, Comandante del Distaccamento Operativo Incursori "Caimano 69" della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" inAfghanistan per i fatti d'armi dal 25 gennaio 2008 al 5 giugno 2008 - Decreto del Presidente della Repubblica n° ... del 24 luglio 2009
  •  Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia - maresciallo aiutante sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza luogotenente Massimo Scolari (nato a ... - ... il ... ...19...) - Sottufficiale incursore dei Carabinieri, inquadrato nel Distaccamento Operativo Carabinieri della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per i fatti d'armi dal 25 gennaio 2008 al 3 settembre 2008 - Decreto del Presidente della Repubblica n° ... del 24 luglio2009
  •  Medaglia di Bronzo al Valore di Marina - capitano di corvetta Giovanni Ruffino (nato a Alessandria - AL il 23 settembre 1968) - Ufficiale medico di Marina, inquadrato nel Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per i fatti dal 6 luglio 2006 al 31 ottobre 2006 - Decreto Ministeriale n° 2 del9 settembre 2009
  •  Medaglia di Bronzo al Valore di Marina - sergente Sebastiano Denaro (nato a Siracusa - SR il 14 novembre 1972) - Sottufficiale incursore di Marina, inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori "Caimano 69" della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 19 aprile 2007 - Decreto del Presidente della Repubblica n° 5 del 12 novembre 2009
  •  Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia - Bandiera di guerra del 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per i fatti d'armi dal luglio 2006all'ottobre 2009 - Decreto del Presidente della Repubblica n° ... del 2 agosto 2010[35]
  •  Croce d'Onore alle Vittime di Atti di Terrorismo o di Atti Ostili Impegnate in Operazioni Militari e Civili all'Estero - tenente Alessandro Romani (nato a Roma - RM il18 luglio 1974 - morto nella Provincia di Farah, Afghanistan il 17 settembre 2010) - Ufficiale dell'Esercito del 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" inquadrato nel Distaccamento Operativo Incursori della Task Force 45 operante presso il Joint Special Operations Task Group "Condor-A" nell'ambito dell'Operazione "Sarissa" in Afghanistan per il fatto d'armi del 17 settembre 2010 - Decreto Ministeriale n° ... del 23 dicembre 2010
 
Task Force 45
Distintivo adottato dalla Task Force 45 nell'ambito delle operazioni in Afghanistan
Distintivo adottato dalla Task Force 45
nell'ambito delle operazioni in Afghanistan
Descrizione generale
Attiva giugno 2006 - oggi
Nazione Italia Italia
Alleanza NATO NATO
Servizio Stemma SMD Forze armate italiane
Tipo Task Force
Ruolo Operazioni speciali
Dimensione ~ 200 militari
Guarnigione/QG Base di Supporto Avanzata / Forward Support Base(FSB) "Camp Arena",Herat - Afghanistan (34°12′35.43″N62°13′30.26″E): Comando TF-45 e TU-A
Base Operativa Avanzata / Forward Operative Base(FOB) "El Alamein", Farah- Afghanistan (32°22′00.43″N62°09′31.74″E): TU-B.
Battaglie/guerre Guerra in Afghanistan
Sito internet COFS
 
Reparti dipendenti
  • Task Unit "Alfa" (TU-A) con base ad Herat;
  • Task Unit "Bravo" (TU-B) con base a Farah.
    • Distaccamenti Operativi Incursori "xxx ###"
      • Sezioni
 fonte: www.wikipedia.it